COMUNICATO STAMPA

Lavoro, Milano Unita: “Aspettiamo risposte chiare per la crisi del mondo dello spettacolo. Vicini ai lavoratori in difficoltà e a quanti hanno perso il lavoro”

Milano, 18 settembre 2021 – “Il futuro dei lavoratori dello spettacolo e della cultura è in dubbio, il settore ha bisogno in tempi rapidi di risposte chiare e di certezze. Siamo vicini a tutti gli artisti, alle maestranze e agli organizzatori che stanno vivendo questo lungo periodo di emergenza sanitaria con una grande preoccupazione in più: quella di non riuscire più a fare il proprio lavoro o do averlo già perso”: Paolo Limonta e Elena Lattuada, capilista di Milano Unita, commentano così la giornata di coordinamento nazionale promossa oggi dalle principali organizzazioni di settore attraverso la conferenza “Nessuna giornata storica”, a cui hanno aderito artisti come Elio Germano e Ascanio Celestini. Tra queste organizzazioni, anche alcune realtà lombarde e milanesi, come il Coordinamento spettacolo Lombardia e i Bauli in piazza, impegnate a rappresentare le istanze del territorio. “È un intera filiera a chiedere aiuto, e sappiamo tra l’altro quanto fondamentali siano per la vita di Milano i cinema, i teatri, i locali di musica dal vivo e quanto lavoro sia in grado di generare questo settore.”, continuano Lattuada e Limonta. “Sono tante le criticità che gli operatori del mondo dello spettacolo sottolineano da tempo. Criticità che si sono fatte più acute con la pandemia A partire dalla poca sicurezza sul lavoro e dalla necessità di rinnovare i fondi da crisi Covid per il lavoro perso in questi due anni”.