Il 17 maggio si celebra la Giornata internazionale contro l’omofobia, la transfobia e la bifobia. La scelta della data commemora il giorno del 1990 in cui l’Organizzazione Mondiale della Sanità decise di eliminare definitivamente l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali. È ancora lunga la strada per abbattere le discriminazioni nel nostro Paese, come abbiamo potuto vedere dalle resistenze che la destra reazionaria oppone all’approvazione di una legge di civiltà come la legge Zan contro la misoginia, l’omolesbobitransfobia e l’abilismo. Dobbiamo ripartire da lì, rilanciando una cultura maggiormente inclusiva e educando le nuove generazioni al rispetto delle differenze e al rifiuto della violenza. La lotta alle disuguaglianze, l’inclusione sociale, il riconoscimento dei diritti civili e personali, la tutela delle differenze, il contrasto all’omolesbobitransfobia e alla misoginia, il raggiungimento di una reale parità in ogni ambito dell’organizzazione della Città, sono tra le nostre priorità. #IDAHOBIT2021